È lo stato d’essere che determina le circostanze

Bashar-foto

Bashar: è lo stato d’essere che determina le circostanze

Il testo che segue è la fedele trascrizione di un video di Bashar trovato su YouTube. Il linguaggio è quello tipicamente parlato, con continue sospensioni e repentini cambi di direzione del pensiero secondo l’ispirazione del momento. Per questo, a tratti, può risultare poco chiaro. Ma ho preferito lasciarlo così com’è per non alterare il succo del discorso e non toglierne spontaneità.Voi non potete sperimentare ciò che non è sulla vostra vibrazione, se non siete sulla vibrazione del concedere, se non siete sulla vibrazione di un significato positivo, come possono le cose riflettere su di voi con un significato permissivo positivo?
Quindi se non sei sulla vibrazione come lasci che quella vibrazione ti raggiunga? Mettendoti in contatto con qualsiasi credenza o definizione che tu avresti che ti porterebbe a reagire a qualcosa nel modo che non preferisci. Una domanda semplice… Se reagisci in modo negativo, se dai a qualcosa un significato negativo tutto quello che devi fare è fare un passo indietro e dirti: cosa che devo credere vero affinché io reagisca in questo modo? Cos’è che preferirei essere vero? E comportarmi di conseguenza.

Molte volte, lo stesso secondo in cui voi identificate una credenza, è già sparita. È andata. Nessun altro processo è richiesto. Molte volte semplicemente accendere la luce è ciò che fa sparire le ombre; ma devi concedere a te stesso di investigare e la domanda più facile: Cos’è che devo credere vero riguardo alla mia relazione con questa cosa che mi porterebbe a reagire in modo negativo? Trova quella credenza, trova da dove proviene, scopri se ti serve ancora, se non ti serve più non c’è ragione per continuare a portarla, perché molte volte queste credenze sono solo un bagaglio che stai portando che appartengono a qualcun altro. Mollalo! Ecco perché è così pesante, l’unica ragione per la quale il bagaglio è pesante è perché non ti appartiene, lascialo andare, alleggerisciti.

Non dovete realmente imparare come attrarre o respingere, dovrete semplicemente imparare a lasciar entrare ed a lasciar andare, è tutto ciò di cui avete bisogno.

Le quattro leggi della creazione:

1) Tu esisti.
2) L’Uno è Tutto e Tutto è Uno.
3) Quello che offri è quello che ricevi.
4) Il cambiamento è l’unica costante ad eccezione delle prime tre leggi.

Quindi prima di tutto, il primo riflesso di solito è un’eco, di come era solito mostrarsi. Non devi rispondere all'”eco” come se rappresentasse il tuo nuovo stato. Dovete rispondergli, in un certo senso, come se sapeste che è solo un’eco, e che ciò che trasmetterete all’esterno ora è una nuova risposta alle vecchie circostanze. Questo consoliderà lo stato di vibrazioni preferito di essere e permette realmente alle circostanze di cambiare, in funzione delle vibrazioni che offrite che è l’assoluta certezza che: tu sei diverso! Perché se rispondete alla vecchia “eco” nello stesso modo abitudinale, non siete diversi. Quindi in un certo senso è come testarvi. È come se vi offriste un’opportunità per decidere se davvero desiderate che le circostanze cambino presentandovi prima frequentemente lo stesso insieme di circostanze, per vedere se rispondete in modo diverso ad esse prendendo un chiaro impegno che siete veramente cambiati vibrazionalmente.

“Le circostanze non determinano lo stato d’essere, è lo stato d’essere che determina le circostanze.”
Non contano le circostanze, solo lo stato d’animo conta. Non contano le circostanze conta solo lo stato dell’essere.

Bashar, membro di una civiltà di quinta dimensione chiamata Essassani, è canalizzato da Darryl Anka.

Per approfondire:

Sito ufficiale: http://www.bashar.org/
Pagina facebook: https://www.facebook.com/groups/basharitalia/?ref=bookmarks
Canale YouTube: BASHAR ITA  sottotitoli

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*