Il sorriso del mondo

arcobalenoCome al solito, al mattino, aspetto il sorgere del sole e mi nutro della sua energia. Mi pongo col viso rivolto a lui e assaporo il suo tiepido calore in questa bella mattinata di primavera. Poi socchiudo le palpebre e muovo lentamente il capo a destra e a sinistra facendo entrare la sua luce dei miei occhi.

Dopo qualche minuto mi sento rinvigorito carico di vitalità ed energia. Per un po’ rimane impressa nelle mie pupille l’immagine della luce; ma non mi preoccupo perché so che svanirà molto presto.

Appena sveglio mi sono seduto a gambe incrociate nel letto e mi sono fatto girare il film della mia giornata: me la sono creata proprio come piace a me. Poi mi sono alzato allegro e ottimista e ho stirato il mio corpo in tutti i modi, proprio come fanno i gatti. Continua a leggere Il sorriso del mondo

La ricarica pranica

respirazione yogaFai il pieno di energia!

Lo scopo di questa tecnica, e di tutto il pranayama in generale, è quello di accrescere l’assorbimento del prana (energia vitale), di accumularlo e infine di ripartirlo nel corpo.

Questa tecnica consiste essenzialmente di tre fasi:

Puraka        (Inspirazione)

Khumbaka (Fase di accumulo)

Rechaka     (Espirazione)

 Analizziamone le caratteristiche.

Puraka (Inspirazione)

Durante l’inspirazione, che deve necessariamente essere lenta, uniforme e completa, è necessario concentrare tutta la propria attenzione sull’aria che penetra attraverso le narici. Per facilitare il compito potrebbe essere utile mantenere gli occhi socchiusi e fissare la punta del naso: questo è solo un piccolo espediente per evitare che la mente divaghi rendendo vano Continua a leggere La ricarica pranica